Ve l’avevo già detto che mio marito adora la cucina brasiliana e per il nostro quarto anniversario di matrimonio, oltre alla salsa vinagreta per condire la sua grigliata, ho deciso di preparargli uno dei suoi dolci preferiti: la torta Brigadeiro (o Brigadeirão).

A metà tra una mousse e un budino, questo concentrato di cioccolato decorato con altro cioccolato è una bomba per veri golosi.

torta brigadeiro

Torta Brigadeiro (o Brigadeirão): ingredienti per 5 stampi monoporzione

  • 150 ml latte condensato zuccherato
  • 100 ml panna
  • 40 gr cacao zuccherato (o amaro aumentando lo zucchero)
  • 40 gr zucchero di canna (50 gr se usato cacao amaro)
  • 2 uova
  • codette o scaglie di cioccolato fondente per decorare
  • a piacere panna e/o fragole

Procedimento

  1. Unire le uova con lo zucchero e lavorare con una frusta.
  2. Aggiungere il latte condensato, la panna e infine il cacao.
  3. Amalgamare bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo.
  4. Imburrare gli stampini monoporzione e versarci dentro l’impasto.
  5. Mettere sul fuoco una pentola bassa e larga (ad esempio una risottiera), inserire gli stampini e aggiungere l’acqua fino a coprire metà delle monoporzione in modo da cuocere le torte Brigadeirão a bagno-maria.
  6. Coprire la pentola con il coperchio e cuocere a fuoco medio per circa 30 minuti. Se, iniziando a bollire, l’acqua entra negli stampi abbassare la fiamma.
  7. Per controllare che la torta Brigadeiro (o Brigadeirão) sia pronta, inserire al centro dello stampo un piccolo coltello, se non c’è più liquido è pronto.
  8. Lasciare intiepidire per 10-15 minuti, sformare e cospargere le tortine con la codette o le scaglie di cioccolato fondente.
  9. Conservare in frigorifero e servire, a piacere, con della panna montata o fragole e una spolverata di scaglie di cioccolato.

Penso che la torta Brigadeiro (o Brigadeirão) sia uno dei dolci più cioccolatosi che abbia mai mangiato ed è l’ideale per quelle serate in cui abbiamo soltanto voglia di coccolarci un po’ davanti a un film strappalacrime o, meglio ancora, la degna conclusione di una cena (leggera) con gli amici.

Provatela e ditemi se non ho ragione.

Maria Grazia