Il cavolo rosso è un alimento ricco di vitamine e sali minerali e, con il suo colore si presta a piatti invitanti per grandi e piccini, come questo risotto con cavolo rosso: un risotto di colore lilla, delizioso, che ha conquistato tutti in famiglia.

Comprando il cavolo rosso sapevo che in casa qualcuno avrebbe storto il naso e così ho iniziato a conquistarli con il colore.
La magia del cavolo rosso, infatti, è che, se messo in acqua, lascia un intenso colore blu ma, basta aggiungere qualche goccia di aceto o limone e subito l’acqua diventa fucsia.

Vi lascio immaginare lo stupore e la curiosità di Ceciotta e Gigaluca che subito hanno voluto sapere se anche i piatti preparati avrebbero cambiato colore grazie al cavolo rosso.

Ci siamo quindi cimentati nella preparazione del risotto con cavolo rosso: il riso, uno dei loro piatti preferiti, con un colore insolito. Ecco come l’abbiamo preparato.

Risotto_con_cavolo_rosso.1

Ingredienti per preparare il risotto con cavolo rosso – per 4 persone:

  • 300gr cavolo rosso
  • 320gr riso Carnaroli
  • 1 scalogno
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 100gr formaggio grattugiato
  • 2lt brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Preparazione:

  1. Lavare il cavolo rosso e tagliarlo a striscioline sottili;
  2. Stufare il cavolo rosso in una padella con un filo d’olio e un pizzico di sale e, una volta cotto, frullarlo con il mixer fino ad ottenere un composto cremoso;
  3. Preparare il riso tritando lo scalogno e farlo rosolare in una risottiera con un po’ d’olio;
  4. Aggiungere il riso e farlo tostare per qualche minuto rimestandolo spesso in modo che non si attacchi, quindi sfumare con il vino bianco;
  5. Unire poco alla volta il brodo vegetale ben caldo, aggiustando di sale se necessario;
  6. Aggiungere anche il cavolo rosso frullato e continuare a girarlo fino a che il riso non è ben cotto;
  7. Spegnere il fuoco e mantecare per alcuni minuti il risotto con cavolo rosso aggiungendo una spolverata di formaggio grattugiato.

Il vostro risotto con cavolo rosso è pronto per essere servito ben caldo (a piacere con l’aggiunta di prezzemolo tritato).

Vedrete che, una volta in tavola con il suo colore viola, farete un figurone: un piatto di classe per gli adulti e di curiosità per i più piccoli.

Buon appetito
Maria Grazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *