Dopo qualche mese di stop obbligato e una splendida vacanza in terra sarda eccomi di nuovo qui, pronta per ricominciare prendendo spunto proprio dai sapori gustati di recente.
Ecco quindi una ricetta dal sapore mediterraneo: la fregola sarda accompagnata da seppioline, gamberetti, zucchine e pomodori.

Fregola sarda

Dopo avervi presentato alcuni dei piatti della tradizione sarda come le pardule o il pane carasau, adesso è il turno della fregola, o fregula – pasta a base di semola che si presta a innumerevoli preparazioni.
Questa la mia versione della fregola sarda ai sapori del mare.

Ingredienti per 6 persone:

  • 500gr di fregola sarda media o grossa
  • 500gr di seppioline
  • 200gr di gamberetti già sgusciati
  • 2 zucchine grandi tagliate a dadini
  • 10/15 pomodorini tagliati a spicchi
  • brodo di pesce
  • olio extravergine di oliva
  • sale e peperoncino
  • 1/4 bicchiere di vino bianco
  • 2 spicchi d’aglio e prezzemolo

Procedimento – come preparare la fregola sarda ai sapori del mare

  1. Iniziare la preparazione della fregola sarda ai sapori del mare mettendo a bollire il brodo di pesce;
  2. Far soffriggere uno spicchio d’aglio in un tegame con un filo d’olio;
  3. Aggiungere i pomodori tagliati a spicchi e le zucchine tagliate a dadini. Aggiustare di sale e cuocere per circa 10 minuti coperti e poi portare a cottura senza coperchio;
  4. In un’altra padella capiente (o risottiera) far soffriggere l’aglio con un filo d’olio, il prezzemolo e il peperoncino. Una volta amalgamati aggiungere le seppioline precedentemente pulite e tagliate a listarelle e i gamberetti sgusciati;
  5. Far insaporire le seppioline per qualche minuto e aggiungere la fregola sarda, sfumando il tutto con il vino bianco;
  6. Lasciar cuocere la fregola sarda ai sapori del mare aggiungendo il brodo di pesce man mano che viene assorbito, come se si stesse cucinando il risotto;
  7. A metà cottura unire alla fregola, seppioline e gamberetti anche i pomodori e le zucchine e lasciar cuocere aggiungendo, se necessario il brodo di pesce ma tenendo presente che, come per i risotti, la fregola sarda dovrà essere servita asciutta e al dente;
  8. Una volta cotta, impiattare la fregola sarda ai sapori del mare ben calda e con una spolverata di prezzemolo fresco.

Il successo di questo piatto è garantito e vedrete che ne andranno matti sia i grandi che i più piccoli.

Buon appetito
Maria Grazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *