Ok, lo ammetto, per Artigiano in Fiera ho un debole fin da quando sono bambina. Sarà che decreta l’inizio del periodo natalizio, sarà che è un vero tripudio di sapori e tradizioni, sarà che è un evento che racchiude in sé tutto ciò che amo: cucina e lavoro manuale, fatto sta che è un appuntamento che aspetto per tutto l’anno.

ArtigianoInFiera_2016_mappa

Cos’è Artigiano in Fiera?

Per chi non lo conoscesse Artigiano in Fiera è un evento unico al mondo; un vero villaggio mondiale dell’artigianato che si svolge ogni anno a cavallo dell’Immacolata – quest’anno dal 3 all’11 dicembre – presso il polo fieristico di Rho-Pero. Giunto alla ventunesima edizione accoglie le tradizioni culinarie, artistiche e manifatturiere dei cinque continenti.

10 motivi per cui non potete mancare

Ma veniamo a noi. Se amate il Natale; se siete curiosi di conoscere da vicino le culture di tutto il mondo; se volete assaggiare piatti tipici e tradizioni di ogni Paese, ecco perché non potete perdervi Artigiano in Fiera:

  1. Evento di relazione umana e condivisione
  2. Entrando nei padiglioni di Artigiano in Fiera ci si immerge in una gigantesca festa dei popoli. Gli artigiani, con le loro storie, i loro volti e i loro prodotti consentono al visitatore, incantato, di conoscere e abbracciare in modo diretto le tradizioni di tutte le culture, in un’atmosfera di festa e condivisione.

  3. Evento all’insegna della Bellezza
  4. Girando tra i padiglioni della fiera non si può far altro che restate affascinati dalla bellezza che si può ammirare in ogni stand. Prodotti unici per pregio e creatività presentati e raccontati da artigiani che trasmettono, con gli occhi, l’amore per il proprio lavoro curando ogni pezzo come una mamma il proprio bambino, e donando un po’ di se stesso ad ogni visitatore.

  5. Un giro del mondo in poche ore
  6. 112 Paesi di tutto il mondo raccolti in più di 300.000 mq di 9 padiglioni della fiera: Italia (pad.1-3, 2-4 e 6); Europa (pad.5-7); Africa al Medio Oriente (pad.5); Asia (pad.10-14); Americhe (pad.14).
    Un viaggio sensoriale emozionante e soprattutto lo stupore di voltare l’angolo e trovarsi in un Paese tutto nuovo. Si, perché passeggiando nelle corsie si respirano i profumi e le tradizioni che ogni Paese racchiude in sé e, la cosa che mi lascia sempre più colpita, è vedere come l’ambiente cambi da una zona all’altra, solo girando l’angolo.

  7. Assaggi da tutto il mondo in gran quantità anche per celiaci e vegani
  8. Diciamocelo, chi non ha mai sognato di poter mangiare a colazione una spettacolare Pasteis de Belem portoghese, fare uno spuntino a metà mattina con un ottimo arancino siciliano inglese, pranzare in Australia con un hamburger di coccodrillo, fare merenda con un arancino siciliano e concludere la giornata con una deliziosa cena thailandese?! Tutto questo accompagnato da dell’ottima Birra artigianale.
    Beh, ad Artigiano in Fiera tutto questo è possibile con più di 40 ristoranti tipici e 24 piazze del gusto di tutte le parti del mondo.
    Se non vi bastano approfittate di tutti gli assaggi gratuiti che gli artigiani vi proporranno nei loro stand….non ve ne pentirete di certo!
    Inoltre, se avete particolari necessità alimentari non vi preoccupate, ad Artigiano in fiera potrete trovare ristoranti ed espositori adatti a celiaci e anche a vegetariani e vegani: birra gluten free; salumi per celiaci; piatti senza burro, latte e uova.

  9. Corsi e dimostrazioni di cucina ad ogni ora
  10. Fiore all’occhiello di questa ventunesima edizione è la possibilità di partecipare alle “Scuole di cucina”: oltre 50 lezioni dimostrative e spiegazioni circa la preparazione dei piatti tipici tenute direttamente dai cuochi dei diversi territori.
    Nell’area “Corsi Gratuiti” sul sito di Artigiano in Fiera è possibile consultare il calendario delle lezioni, senza la necessità di iscrizione per imparare a preparare a casa una delle tante pietanze assaggiate in fiera: dai maestri dell’Accademia del pizzocchero, che mostreranno come cucinare la pasta fresca valtellinese, sino alla preparazione del mojito, tipico cocktail cubano passando per i segreti dell’arte del taglio del jamon iberico.

  11. Il posto giusto per i vostri regali di Natale
  12. Che si tratti di un pensiero gastronomico o di un autentico capolavoro artigianale o, ancora, di una creazione di moda e design ad Artigiano in Fiera c’è solo l’imbarazzo della scelta con oltre 3.200 espositori da tutto il mondo.
    Delle pantofole tirolesi per la nonna; una bottiglia di originale liquore al gianduiotto piemontese per in nonno; una tovaglia provenzale per la mamma o un orologio da polso in legno per il papà, ad Artigiano in Fiera trovate questo e molto altro per soddisfare tutte le vostre esigenze.
    E se volete regalare qualcosa fatto da voi basta partecipare ai laboratori gratuiti al padiglione 6.

  13. Eventi imperdibili ad ogni ora
  14. Spettacoli di musica e danze tradizionali, lavorazioni dal vivo, sfilate e momenti di incontro sul tema della mode e del design o, ancora, esibizioni itineranti: con oltre 25 spettacoli al giorno è impossibile non imbattersi in questi momenti di autentica festa, che dalla mattina alle 10 alla sera alle 22, si susseguono in tutte le aree dei padiglioni.
    Imperdibili nel padiglione 7i Saor Patrol con i tradizionali canti scozzesi o i balli tradizionali cinesi al padiglione 14.
    Per non parlare della possibilità di dimostrazioni dal vivo da parte dei vari artigiani: tra tutti i maestri artigiani del Marocco – padiglione 5 – o dell’India – padiglione 10; e delle sfilate di moda di stilisti emergenti e presentazioni di creazioni di design.

  15. Un occhio di riguardo per mamme e bambini
  16. All’ingresso dei padiglioni 5/7, in oltre 600mq, i bambini dai 3 anni potranno divertirsi con gli animatori professionali e il servizio di baby parking di Magica Compagnia.
    Laboratori di “Arte in cucina”, “Studio d’artista” e numerose altre attività formative e creative e laboratori; percorsi sensoriali; un’area dedicata all’arte egizia; area spettacoli: queste solo alcune delle molteplici opportunità di divertimento per i piccoli visitatori.
    Quello che non vedo l’ora di poter far fare a Ceciotta è la possibilità di fare un tour per la fiera attraverso una serie di itinerari tematici, scoprendo il dietro le quinte di una bottega artigiana e degustando le delizie dei vari continenti.
    E per le neomamme? A loro disposizione un servizio nursery dove trovare gratuitamente tutto l’occorrente necessario per cambiare il proprio bambino.

  17. E’ gratuito
  18. Se vi state chiedendo quanto costa l’ingresso a una manifestazione del genere, la risposta è: NULLA.
    L’ingresso è gratuito e si può entrare tutte le volte che si vuole dalle 10.00 alle 22.30.
    Sono a pagamento, invece, i parcheggi, ma potete tranquillamente arrivare con la metropolitana – linea rossa MM1 fermata Rho-Fiera o il passante ferroviario – linee S5, S6 e S11.

  19. Nessuna coda
  20. Ad Artigiano in Fiera si può tranquillamente passare da un padiglione all’altro senza dover sostare ore ed ore e godersi tutte le meraviglie che questa manifestazione offre.
    Certo, non pensiate di essere soli, di folla ne troverete in abbondanza, si possono contare centinaia di migliaia di visitatori ogni giorno, soprattutto nei giorni festivi, ma se non sopportate la confusione, fate un giro la sera dei giorni infrasettimanali vedrete che sarà un po’ meno affollata.

    Insomma, Artigiano in Fiera sembra proprio perfetta. Aveva un solo limite, quello di durare troppo poco, ma da qualche anno gli organizzatori hanno risolto anche questo inghippo aprendo Artimondo, un sito di e-commerce dove è possibile acquistare tutto l’anno dagli espositori presenti in fiera; più che un negozio online un vero e proprio villaggio globale dell’artigianato.
    E per continuare a vivere le emozioni della fiera hanno anche aperto l’Artimondo Magazine, una testata online che racconta le storie affascinanti degli artigiani, tutti i loro trucchi e i loro segreti! Bellissimo!

    Spero di avervi incuriosito e, se decidete di andare ad Artigiano in Fiera mi raccomando fatemi sapere come è andata.

    Maria Grazia

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *